MATERIALI TRATTATI

Plastiche

Trattamento delle plastiche

Il PVC Puro è un materiale rigido deve la sua versatilità applicativa alla possibilità di essere miscelato anche in proporzioni elevate a composti inorganici e a prodotti plastificanti, come per esempio gli esteri dell’acido ftalico, che lo rendono flessibile e modellabile.
Viene considerato stabile e sicuro nelle applicazioni tecnologiche a temperatura ambiente, ma estremamente pericoloso se bruciato o scaldato a elevate temperature e in impianti inidonei al suo trattamento, per via della presenza di cloro nella molecola, che può liberarsi come acido cloridrico.
Nelle stesse condizioni può inoltre avvenire il rilascio di diossina o di cloruro di vinile monomero.
Il PVC una plastica riciclabile viene recuperato solo parzialmente per via degli alti costi di trattamento. Il PVC risulta essere molto sensibile alla luce e al calore; questi hanno su di esso un effetto degradante che si manifesta dapprima con l’ingiallimento e con la decomposizione dalla quale si libera acido cloridrico. Per questa ragione viene stabilizzato.
La Pirolisi delle materie plastiche, incluso il PVC, ha lo stesso impatto della Pirolisi di qualsiasi altro tipo di rifiuto. Ha il vantaggio di sfruttare il loro potere calorico per produrre energia termica o elettrica riducendo il consumo di risorse (petrolio).

Cosa si ricava dal trattamento del PVC tramite l’impianto di pirolisi?

Supponendo che l’impianto smaltisca 1.000 Kg/h, avremo:

Prodotti ricavati (prodotto immesso: PVC)

  • Olio sintetico (300kg) 30% 30%
  • Syngas (350kg) 35% 35%
  • Carbone (350kg) 35% 35%

Dimensione impianto


L’impianto di pirolisi che andiamo a dimensionare tratta 1.000 Kg di carbone.

1.000

Kg/ora

24

ton/giorno

8.000

ton/anno

Calcolo Produzione Energia Elettrica


Dal processo di 1.000Kg/ora di PVC, si ricava Energia Elettrica tramite motori collegati ad alternatori. La totale produzione oraria è di 1.000 KW elettrici per 8.000 ore all’anno si otterrà una produzione di circa 8.000 MW

Calcolo Produzione Energia termica


Dal ciclo di lavorazione si ottiene una produzione di Energia Termica. Questa viene in parte recuperata per il trattamento termico del prodotto in entrata, per il raffreddamento del syngas con uno scambiatore termico, e per scopi di riscaldamento e raffrescamento.
Si ricava per ogni KWe 1,3 KCal/ora; da 1.000 KWe abbiamo 1.300 KWt per 8.000 ore all’anno si avrà una produzione di 10.400 MWt.

Calcolo ricavi  riepilogo

Conferimento

1.000

Kg/ora

8.000

Portata annua tonnellate

Produzione Energia elettrica

1.000

KW/ora

8.000

Produzione annua MWe

Produzione Energia termica

1.300

KW/ora

10.400

Produzione annua MWt

Recupero nero fumo

350

Kg/ora

2.800

Produzione annua tonnellate

PER INFORMAZIONI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Compila il modulo per ottenere tutti i materiali dettagliati del progetto.