andamento impianto

Il processo
di smaltimento

01

INGRESSO

I mezzi della nettezza urbana entrano nello stabilimento di trasformazione scaricano il rifiuto indifferenziato nella vasca di conferimento da qui tramite il polipo agganciato al carroponte, il materiale verrà traslato nel macinatore.

02

SEPARAZIONE

Tramite un separatore magnetico vengono selezionati i rifiuti con residuo ferroso: un elettromagnete attrae il ferro presente nel RSU che transita su un nastro trasportatore e lo invia in una vasca apposita, mentre con un separatore a correnti indotte vengono separati i materiali non ferrosi. Un campo magnetico rotante ad elevata frequenza 350-1.000 Hz, genera repulsione nei metalli non ferrosi, essi vengono perciò lanciati in proporzione al rapporto tra la loro conducibilità e il peso specifico. Si separano perciò i metalli quali alluminio, rame, argento, zinco,  stagno, piombo, ecc.

02

Separazione

Tramite un separatore magnetico vengono selezionati i rifiuti con residuo ferroso: un elettromagnete attrae il ferro presente nel RSU che transita su un nastro trasportatore e lo invia in una vasca apposita, mentre con un separatore a correnti indotte vengono separati i materiali non ferrosi. Un campo magnetico rotante ad elevata frequenza 350-1.000 Hz, genera repulsione nei metalli non ferrosi, essi vengono perciò lanciati in proporzione al rapporto tra la loro conducibilità e il peso specifico. Si separano perciò i metalli quali alluminio, rame, argento, zinco,  stagno, piombo, ecc.

03

TRITURAZIONE

Il rifiuto urbano, privato dalle componenti metalliche viene inviato nell’impianto di triturazione, quindi in un impianto di essiccazione ed infine tramite un caricatore all’ingresso del forno pirolitico.

04

riscaldamento

All’interno del cilindro il rifiuto viene movimentato da una vite senza fine che trascina il prodotto verso l’uscita. Il cilindro è circondato da mattoni refrattari che riscaldano il rifiuto introdotto. Un generatore termico provvede a riscaldare i mattoni utilizzando o il gas prodotto dal trattamento o utilizzando gas esterno.

04

Riscaldamento

All’interno del cilindro il rifiuto viene movimentato da una vite senza fine che trascina il prodotto verso l’uscita. Il cilindro è circondato da mattoni refrattari che riscaldano il rifiuto introdotto. Un generatore termico provvede a riscaldare i mattoni utilizzando o il gas prodotto dal trattamento o utilizzando gas esterno.

05

Produzione Syngas

Il syngas prodotto permane nel reattore per pochi secondi dopo di che prosegue il suo percorso nei sistemi di filtraggio, raffreddamento e lavaggio.

06

stoccaggio syngas

Il Syngas all’uscita dal reattore ha un colore giallastro perché ricco di impurità, dopo il lavaggio è incolore e la parte organica recuperata dal lavaggio viene rinviata alla testa del pirolisi. Il Syngas così depurato viene mandato tramite raccordi e valvole speciali ai motori, mentre il gas in eccesso è inviato ad un serbatoio esterno per lo stoccaggio.

06

Stoccaggio Syngas

Il Syngas all’uscita dal reattore ha un colore giallastro perché ricco di impurità, dopo il lavaggio è incolore e la parte organica recuperata dal lavaggio viene rinviata alla testa del pirolisi. Il Syngas così depurato viene mandato tramite raccordi e valvole speciali ai motori, mentre il gas in eccesso è inviato ad un serbatoio esterno per lo stoccaggio.

07

Eliminazione residui

Sul fondo dell’impianto rimane una parte solida composta da carbone ed inerte che viene eliminato tramite coclee e inviato in apposito contenitore.

08

REPORT

Tutti i dati di controllo sono riportati su pannelli di controllo e sul computer di controllo in sala macchine.

08

Report

Tutti i dati di controllo sono riportati su pannelli di controllo e sul computer di controllo in sala macchine.

PER INFORMAZIONI

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Compila il modulo per ottenere tutti i materiali dettagliati del progetto.